08 aprile 2022
educa
/
scuole
Condividi il link su:

Educa e Educa Immagine: venerdì 6 maggio mattinata dedicata alle scuole

Come da tradizione Educa, il festival dell'educazione, che si svolgerà a Rovereto dal 6 all’8 maggio 2022, apre con appuntamenti dedicati esclusivamente alle scuole. Il programma - arricchito dalle proposte di Educa Immagine, il festival dell’educazione ai media - prevede incontri con registi, illustratori e scrittori, laboratori e proiezioni di film. Già ora le classi possono iscriversi.

Il festival EDUCA, quest’anno alla sua 12a edizione, e Educa Immagine, il festival dell’educazione ai media che da Educa è nato tre anni fa, tornano finalmente in presenza a Rovereto da venerdì 6 a domenica 8 maggio per parlare di futuro. Il programma che sarà annunciato a breve, è come sempre, preceduto da quello dedicato agli studenti dai 6 ai 20 anni delle scuole con i loro insegnanti. Laboratori, incontri con esperti, proiezioni e dibattiti dedicati per accompagnare bambini e ragazzi nella costruzione del loro futuro e di quello del mondo significa esplorare le opportunità formative e professionali che il Trentino offre, ma anche parlare di ambiente e partecipazione alla comunità, di cooperazione e di storia, di pace di guerra per costruire un mondo più inclusivo e sostenibile.

In un’ottica di tutela della salute, considerata la pandemia, i promotori per questa edizione hanno deciso di proporre agli istituti di Rovereto laboratori e attività in presenza e di dedicare appuntamenti online alle altre scuole della Provincia. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti ed a iscrizione.

Il programma di EDUCA SCUOLE 

On line per tutte le scuole della Provincia. Crescere significa anche scegliere tra i molti percorsi che il sistema formativo offre. Coniugare le proprie inclinazioni con le opportunità del mercato non è semplice. Ecco allora che venerdì uno degli appuntamenti per le scuole - curato dal Dipartimento istruzione e cultura Provincia autonoma di Trento - propone un viaggio tra i mestieri raccontato dal vivo da testimoni che hanno frequentato scuole professionali costruendo poi con passione e soddisfazione le proprie carriere lavorative. La giornalista Francesca Merz intervisterà in diretta online professionisti degli ambiti agricoltura e ambiente, industria e artigianato, servizi.

Ai ragazzi tra i 12 e i 14 anni è dedicata anche “Mila”, proiezione - realizzata da Educa Immagine in collaborazione con il Trento Film Festival - che  racconta la storia di una bambina che nonostante abbia perso tutto a causa della guerra si aggrappa alla speranza. Anche se il film è ispirato a fatti realmente accaduti a Trento nel 1943, Mila rappresenta tutti i bambini, in qualsiasi guerra, di qualsiasi epoca. A seguire i ragazzi incontreranno online la regista Cinzia Angelini, l’animatore Lorenzo Pedergnana e Luca De Crescenzo - Lanterne Magiche per capire come si produce un film di animazione. Per i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado è invece l’incontro online I giovani e le piazze per l’ambiente con rappresentanti di movimenti e associazioni giovanili impegnati nell’azione per il clima curato da Fondazione Bruno Kessler e APPA. Nel laboratorio Parole disabili gli studenti del Liceo Rosmini di Trento e dell’Istituto d’arte Vittoria presenteranno i loro progetti di comunicazione inclusiva realizzati nel progetto di Consolida, Il Ponte, Kaleidoscopio e Fondazione Caritro. Alcuni studenti degli Istituti Comprensivi di Rovereto, Trento e Piana Rotaliana sono invece impegnati nell’allestimento dello spazio dedicato ai Laboratori del fare, sperimentati nelle loro scuole insieme alla cooperativa Kaleidoscoio, e si preparano a raccontarli al pubblico di EDUCA.

Per gli istituti scolastici di Rovereto appuntamenti in presenza. Sono dedicati ai più piccoli il laboratorio creativo Insieme a Depero curato da Mart e cooperativa sociale La Coccinella, che parte dall’osservazione delle opere esposte nella mostra “Depero new Depero” e l’installazione “La città futurista”, nata nella Batibōi Gallery di Cles ed eccezionalmente ospitata al Mart e Bricks for School, curato dalla Federazione Trentina della Cooperazione, che insegna, con i mattoncini LEGO, a imparare a cooperare in classe, e non solo.  Ai bambini della primaria sono dedicati anche: la proiezione di Minuscule - La valle delle formiche perdute, a cui segue il laboratorio di alfabetizzazione e analisi del linguaggio cinematografico, e l’incontro Parole di guerra, parole di pace in cui l’autrice e illustratrice Arianna Papini, premio Andersen, partendo da parole e immagini tratte dai suoi libri “Odore di bombe profumo di pioggia” e “Felicità è una parola semplice” dialoga con i bambini e riflette sulla guerra per costruire la pace. 

Per i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado è in programma Voi siete il fuoco. Storia e storie della scuola, curato da Fondazione Bruno Kessler in cui Vanessa Roghi dell’omonimo libro e lo storico Enrico Valseriati dell’Istituto Storico Italo-Germanico accompagneranno in una riflessione su come la storia non è fatta solo di grandi battaglie, di rivoluzioni, di re e regine, ma di un’infinità di piccole storie (i cui protagonisti sono spesso sconosciuti) che hanno prodotto piccoli e grandi cambiamenti incidendo sul modo in cui oggi viviamo. Alcune di queste piccole storie riguardano la scuola.

Ai ragazzi delle secondarie di secondo grado sono dedicati: la proiezione del film Little miss sunshine e il laboratorio di alfabetizzazione e analisi del linguaggio cinematografico che fornirà strumenti base di lettura per la comprensione critica del film e degli elementi narrativi e formali che lo compongono e il laboratorio di Systems Thinking: siamo parte di sistemi interdipendenti, quindi possiamo cambiarli! con Skopia, che mira a riconoscere i sistemi di cui si è parte porta a capire cosa possiamo fare per migliorare il mondo intorno. Nel corso della giornata, nella libreria piccoloblu, gli studenti del Liceo Artistico Depero incontrano Arianna Papini che racconterà loro il suo lavoro di scrittrice, illustratrice e pittrice e si svolgeranno le gare di A Suon di Parole. La dialettica in campo, curato da IPRASE, dove la competizione non riguarda discipline sportive di carattere fisico, ma l'arte della dialettica. Le squadre si sfidano sulla capacità di argomentare, in modo controllato e con regole precise, opinioni e tesi su temi di carattere civico, sociale, (inter)culturale, politico... Si tratta della fase semifinale della competizione curata da IPRASE.

Il festival EDUCA è promosso dalla Provincia autonoma di Trento, l’Università degli studi di Trento e il Comune di Rovereto, organizzato da Consolida con il supporto scientifico di Fondazione Bruno Kessler, Fondazione Demarchi e Iprase e il sostegno di Federazione trentina della Cooperazione e delle Casse Rurali Trentine.

Educa Immagine è nato tre anni fa nell’ambito del Piano Cinema per la scuola del MiC e MI ed è organizzata da Consolida con la direzione artistica di Trentino Film Commission, con la collaborazione dei partner di EDUCA e il sostegno della Cassa Rurale AltoGarda e Rovereto. Educa Immagine conta in questa edizione su nuovi e importanti media partner: Rai Cultura, Mymovies.it e Dire Giovani.

Scarica il programma scuole

Il programma generale del festival, quello per le scuole e quello di EDUCA IMMAGINE verranno pubblicate a breve su www.educaonline.it e www.educaimmagine.it.

Fonte: Ufficio Stampa Educa